Salta al contenuto Salta al piè di pagina

Frappato: rosso siciliano dal carattere vivace

Benvenuti, amanti del vino! Preparatevi a immergervi nel mondo affascinante del Frappato, un vitigno che incarna l’essenza stessa della Sicilia. Questo vino dal carattere unico e dai profumi seducenti vi porterà in un viaggio attraverso la storia, le tradizioni e i sapori autentici dell’isola più grande del Mediterraneo. 

Un vitigno autoctono con una storia profonda 

Il Frappato affonda le sue radici nella Sicilia sud-orientale, dove è coltivato da secoli. Si pensa che il suo nome derivi dal termine dialettale “frappata”, che significa “macchia”, in riferimento al colore rosso intenso dei suoi grappoli. Per lungo tempo, il Frappato è stato utilizzato principalmente per la produzione di vino da taglio, ma negli ultimi anni ha conquistato un ruolo da protagonista, diventando un vino apprezzato in tutto il mondo per il suo carattere unico e la sua bevibilità.

Un vitigno dagli acini vigorosi

Il Frappato è un vitigno a bacca nera che si distingue per la sua vigoria e la sua adattabilità al clima caldo e siccitoso della Sicilia. I suoi grappoli sono compatti, con acini medio-grandi dalla buccia spessa e pruinosa. La maturazione avviene in epoche precoci, regalando uve ricche di zuccheri e antocianine, che conferiscono al vino il suo colore rosso rubino intenso e il suo carattere vivace, delicato e aromatico.

Un vino rosso fresco e fruttato

Il vino Frappato si presenta con un colore rosso rubino luminoso, con riflessi violacei che si intensificano con l’invecchiamento. Al naso, sprigiona un bouquet fresco e fruttato, caratterizzato da profumi di frutti rossi come ciliegie, fragole e lamponi, arricchiti da note floreali di viola, rosa e un leggero sentore speziato. Al palato, è un vino leggero e agile, con tannini morbidi e vellutati che si integrano perfettamente con un’acidità vivace. Il finale è persistente, con echi di frutta fresca e spezie dolci.

Zone di Produzione

Il Frappato è legato storicamente alla Sicilia orientale con la DOCG Cerasuolo di Vittoria che rappresenta il massimo riconoscimento per questo vitigno, spesso in blend con il Nero d’Avola; almeno una metà della produzione è presente anche nella Sicilia Occidentale, in particolare nelle zone di Erice, Trapani e Marsala. Nonostante le forti radici siciliane questo vitigno ha iniziato a conquistare anche altre regioni italiane, come la Puglia e la Calabria, e persino alcune parti del mondo, come l’Australia e la California.

Aneddoti e Celebrità

Un curioso aneddoto riguarda l’attrice Monica Bellucci, che in una sua visita in Sicilia si innamorò del Frappato. In un’intervista, Bellucci raccontò come il vino le ricordasse i profumi e i sapori della sua infanzia in Umbria, dimostrando come il Frappato possa evocare ricordi e emozioni profondi.

Si narra [ancora]che il celebre scrittore Leonardo Sciascia fosse un grande amante di questo vino e lo descrivesse come “un vino leggero come un sospiro, ma intenso come un ricordo”. Un altro aneddoto curioso riguarda l’archetipo del Frappato, spesso associato alla figura di una donna sensuale e misteriosa, proprio come il carattere di questo vino.

Il Frappato e l’Archetipo

Se il Frappato fosse un archetipo, sarebbe il “poeta”. Con il suo bouquet delicato e il suo carattere leggero e vivace, il Frappato è come un versetto poetico che incanta i sensi con la sua eleganza e la sua semplicità disarmante.

Un vino da cocktail per un aperitivo alternativo

Il Frappato non è solo un vino da pasto, ma può essere utilizzato anche per realizzare cocktail originali e gustosi. Un esempio è il “Frappato Spritz”, un aperitivo fresco e frizzante preparato con Frappato, Aperol, soda e una fetta d’arancia, in alternativa con  sciroppo di fragola, ghiaccio e foglie di menta. Per un gusto più deciso, provate il “Frappato Negroni”, un cocktail classico rivisitato con l’aggiunta di Frappato al posto del gin

Abbinamenti Culinari con il frappato

  • Da tradizione con la Pasta alla Norma – le melanzane fritte e il sugo di pomodoro si sposano perfettamente con la freschezza e le note fruttate del Frappato.
  • e ancora con Caponata siciliana – un piatto ricco e dolceamaro che trova nel Frappato il compagno ideale grazie alla sua acidità e leggerezza.
  • Internazionale: Sushi – la delicatezza del Frappato si abbina sorprendentemente bene con la freschezza del pesce crudo, esaltando le note fruttate del vino e i sapori del sushi.

Il Frappato è un vino versatile che si abbina perfettamente a una varietà di piatti, dagli antipasti a base di salumi e formaggi freschi ai primi piatti leggeri come pasta al pomodoro o risotti. Si esalta inoltre con secondi piatti a base di pesce e carni bianche. Per un’esperienza internazionale, provate ad abbinarlo a piatti speziati della cucina mediorientale o asiatica.

Conclusione

Il Frappato è un vitigno che incarna la bellezza e la diversità della Sicilia, offrendo un’esperienza di degustazione unica e affascinante. Che siate novizi o esperti nel mondo del vino, il Frappato è una scoperta che merita di essere fatta, un calice alla volta.

Salute!